3
agosto
20:30

Orchestra:

FVG Orchestra

Direttore:

Massimiliano
Caldi
(Italia)

Solista:

Mario Stefano
Pietrodarchi
bandoneon (Italia)

Programma:

Ludwig van Beethoven

Egmont Overture

Alexey Shor

Carpe Diem

for Bandoneon and Symphony Orchestra

Ludwig van Beethoven

Symphony No.4


Massimiliano Caldi

Massimiliano Caldi (Milano 1967), diplomato in pianoforte, composizione e direzione d’orchestra, con una ampia esperienza internazionale sia in campo sinfonico che operistico e nell’operetta, una particolare attenzione rivolta alla musica contemporanea e alla valorizzazione di opere dell’Ottocento uscite dal repertorio, si distingue per la sua grande preparazione professionale e per lo stile direttoriale sempre brillante e lineare.
Vincitore assoluto del Concorso “G.Fitelberg” (1999), attualmente ricopre la carica di Direttore Principale della Filarmonica Subcarpatica “A. Malawski” di Rzeszów. E’ stato Primo Direttore Ospite della Filarmonica Polacca Baltica “F. Chopin” di Gdańsk (Danzica) (20212-2020), docente della Florence Conducting Masterclass (2015-2017), Direttore Principale e Consulente Artistico della Filarmonica “S.Moniuszko” di Koszalin (2014-2017), Direttore Artistico dell’Orchestra da Camera Slesiana di Katowice (2006-2010) e Direttore Principale dell’Orchestra da Camera Milano Classica (1998-2009).

Negli ultimi dieci anni ha intrapreso tournée in Israele, Oman, Stati Uniti d’America, Cile, Brasile, Germania, Austria, Russia e Turchia alla testa
di compagini come l’Orchestra dell’Accademia del Teatro alla Scala, l’Orchestra Sinfonica di Santiago del Cile, la Berliner Konzerthaus Kammerorchester, l’Orchestra Filarmonica di San Pietroburgo e la Istanbul State Symphony Orchestra.

In Polonia tiene regolarmente concerti nell’ambito dei principali festival polacchi e appare regolarmente sul podio delle più importanti Filarmoniche e orchestre sinfoniche come la Sinfonia Varsovia, l’Orchestra della Radio Polacca e la Sinfonietta Cracovia (alcune volte anche nella doppia veste di direttore e pianista).

In campo discografco, con la direzione di Massimiliano Caldi, è uscito per Acte Préalable i l C D Raul Koczalski – Piano concertos (gennaio 2018) e per Sony Classical il CD Mario Castelnuovo-Tedesco, Gian Francesco Malipiero, Riccardo Malipiero Cello concertos sul podio dell’Orchestra Nazionale della RAI di Torino (aprile 2018).
Massimiliano Caldi, unico italiano nel 2018, vince il premio Gazzetta Italia per essersi distinto, in campo sinfonico e operistico, nella promozione della mu-
sica italiana in Polonia e di quella polacca in Italia.

Il giorno successivo il concerto il Maestro Caldi passerà dall'Università Statale di Milano all'Università Musicale "F. Chopin" di Varsavia (sebbene in collega-
mento via "Zoom"), per discutere la tesi di Dottorato dal titolo "Cavalleria Rusticana di Pietro Mascagni: fedeltà al testo o tradizione esecutiva?", su cui Mas-
similiano Caldi ha lavorato negli ultimi 3 anni, consultando tra l'altro i manoscritti presenti al Conservatorio "S. Cecilia" di Roma e alla Stanford University Music Library in California.

Mario Stefano Pietrodarchi

Bandoneon

Mario Stefano Pietrodarchi nasce in Atessa (Chieti) il 26.12. 1980, all'età di nove anni intraprende lo studio della fisarmonica e successivamente del bandoneon.

Dal 1993 al 2001 frequenta i corsi del M° C. Calista e successivamente del M° C. Chiacchiaretta presso la Scuola Civica Musicale F. Fenaroli di Lanciano.

Nel 2007 si diploma con la Lode presso il Conservatorio Musicale S.Cecilia di Roma.

Ha frequentato corsi di perfezionamento in Italia e all'estero con J. Mornet, W. Zubitsky, A. L. Castano, C. Rossi, Y. Shishkin.

Esecutore brillante e di raffinata musicalità, ha vinto numerosi concorsi nazionali ed internazionali tra cui ricordiamo:

  • 1° Premio assoluto al Concorso Nazionale "Città di Latina" (1996, 1997);
  • 1° Premio assoluto al Concorso Nazionale "Città di Montese "(MO) (1997);
  • 1° Premio assoluto al Concorso Internazionale "S. Bizzarri di Morro D 'Oro " (TE) cat. Junior (1997);
  • 1° Premio assoluto al Concorso Nazionale "Città di Rieti" (1999);
  • 1° Premio "Adamo Volpi" al Concorso Città di Loreto (AN) 2000;

Nel luglio 1998 é stato prescelto per rappresentare l'Italia al Trofeo Mondiale C.M.A. (Junior) a RecoaroTerme, (Italy);

Nel luglio 2000 è stato prescelto per rappresentare l'Italia al Trofeo Mondiale C.M.A. (senior), svoltosi in Alcobaca (Portogallo) laureandosi secondo classificato.

Nel 2001 si laurea Primo Classificato al Trofeo Mondiale C.M.A. (senior) svoltosi a Lorient (Francia) dal 21 al 24 Settembre.

Nel Giugno 2002 è stato ospite al "Premio Barocco" trasmesso in diretta su Rai1 da Gallipoli al fianco della nota cantante Antonella Ruggiero. 

Nel 2006 è stato ospite nella serata "I colori del Mare" a Montreal Jazz Festival al fianco di Gabriele Mirabassi e Pietro Tonolo per un progetto della casa discografica EGEA. Più volte è stato ospite alla trasmissione Domenica In (RAI 1) esibendosi a fianco dell’orchestra RAI diretta da Pippo Caruso.

Il 25 Maggio 2009, si esibisce in qualità di ospite, al Colosseo (Roma) a fianco del M° Andrea Bocelli, Angela Gheorghiu e Andrea Griminelli con l’Orchestra Sinfonica Abruzzese per l’evento “L’alba separa dalla luce l’ombra” in favore dei terremotati abruzzesi. 

Evento unico ed irripetibile mandato in mondo visione in prima serata su RAI 1 e RAI SAT.

Il 25 Dicembre 2010 si esibisce al fianco dell’Orchestra Giovanile Italiana nel Concerto per la Vita e per la Pace trasmesso in mondo visione per la Rai da Betlemme.

Il 1 Giugno 2011 al fianco di Erwin Schrott si esibisce dall’Arena di Verona per i festeggiamenti dei 150° anni dell’Unità d’Italia trasmesso in diretta su Rai1.

Il 1 Agosto 2011 in qualità di solista esegue al fianco dell’Orchestra Internazionale d’Italia sotto la direzione del M° Omer Wellber la prima esecuzione assoluta per Fisarmonica-Mandolino-Nastro Magnetico e Orchestra “The retourn of the Jackals” del compositore Israeliano Michael Wolpe.

Nel 2012 al fianco di Anna Netrebko ed Erwin Schrott si esibisce nella Royal Albert Hall (London), Copenaghen e nelle più importanti città della Germania.

Nel 2012 si esibisce in qualità di ospite al Concerto di Lajatico presso il “Teatro del Silenzio” al fianco di Andrea Bocelli, Giorgio Albertazzi, Riccardo Cocciante, Pino Daniele.

Nel perseguire l’idea di sviluppare un nuovo repertorio dal gusto e timbrica prettamente mediterraneo per Fisarmonica-Bandoneon e Orchestra vengono coinvolti importanti compositori Italiani del calibro di Roberto Molinelli, Andrea Scarpone, Fabio Conocchiella, Umberto Scipione, Raffaele Bellafronte, Enrico Blatti, Giancarlo Facchinetti, Domenico Giannetta, Cristian Carrara.

Dal 2018 inizia una fitta collaborazione con il violinista Andres Gabetta e l’incredibile ensemble barocca “Cappella Gabetta”, dopo innumerevoli Concerti in giro per il mondo nel 2019 esce per Sony un disco dal titolo “Tango Seasons” con Musiche di Vivaldi e Piazzolla arrangiate da Roberto Molinelli.

Oltre all'imponente attività concertistica sul territorio nazionale, si è esibito in Inghilterra, Francia, Belgio, Croazia, Serbia, Germania, U.S.A., Polonia, Portogallo, Finlandia, Svizzera, Ungheria, Canada, Australia, Danimarca, Georgia, Libano, Armenia, Bahrein, Russia, Bosnia Herzegovina, Austria, Bielorussia e Cina.

FVG Orchestra

La FVG Orchestra è una compagine sinfonica nata recentemente per volere della Regione Friuli Venezia Giulia, al fine di raccogliere l'eredità musicale di diverse realtà di una zona di confine ricca di tradizioni musicali. Andando in controtendenza rispetto allo standard nazionale, si è voluto quindi investire sulla musica con la costituzione di una nuova orchestra, che spicca per talento e generosità artistica.

Seppur di recente formazione, l'orchestra ha tenuto concerti a Budapest nella bellissima sala che è stata sede del Parlamento ungherese, presso il Teatro Rossetti di Trieste, il Teatro Nuovo Giovanni da Udine, il Teatro Verdi di Pordenone, il Teatro e Verdi di in tutta la Regione FVG.

Il ruolo di direttore ospite principale è affidato al M ° Paolo Paroni, già direttore ospite principale presso l'Orchestra del New York City Ballet e ospite di moltissime istituzioni sinfoniche in Italia e all'estero. L'orchestra lavora altresì con diversi direttori di chiara fama, mirando ad una crescita qualitativa esponenziale.

In questo progetto di progressivo sviluppo, la FVG Orchestra ospita regolarmente alcuni primi violini provenienti dalle più prestigiose realtà nazionali ed internazionali come la Filarmonica di Budapest, la Scala di Milano, la Rai di Torino, la Rai di Torino, e di altre compagini orchestrali.
La FVG Orchestra è uno degli enti promotori della rinascita dello storico festival dell'operetta a Trieste, sede ultracentenaria di questo particolare genere, ancora molto apprezzato da un folto pubblico in particolare della città giuliana, ma che l'orchestra vuole confusion regionali.

Negli ultimi mesi del 2020, caratterizzati dalla chiusura dei teatri a causa dell'emergenza pandemica da COVID-19, la FVG Orchestra è stata uno dei primi enti a livello nazionale a programmare e realizzare una breve stagione di concurtiment trasmess di una rosa di solisti e direttori d'eccellenza e coinvolgendo tutti i principali teatri della Regione FVG.
I professori della FVG Orchestra hanno singolarmente vinto primi premi a concorsi e premi internazionali e hanno collaborato anche con orchestre quali la Mahler Chamber Orchestra, l'Orchestra Mozart, l'Orchestra del Teatro alla Scala e Filarmonica della Scala, l''Orchestra Fiorentino, l'Orchestra del Gran Teatro la Fenice, l'Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI di Torino, la Haydn di Trento e Bolzano, l'Orchestra dell'Arena di Verona, l'Orchestra del Teatro Lirico di Cagliari e l'Orchestra del Teatro Verdi di Trieste.

← 1 agosto | 21 luglio

Teatro Comunale Luigi Candoni