29
luglio
20:30

Orchestra:

FVG Orchestra

Direttore:

Dmitry
Yablonsky
(Israele/USA/Spagna)

Solista:

Andrey
Baranov
violino (Russia)

Programma:

Alexey Shor

Violin concerto
in B minor

Antonin Dvorák

Slavonic Dances,
op 72, No. 1,2,3

Franz Schubert

Symphony No.4
“Tragic”


Dmitry Yablonsky

Dmitry Yablonsky, violoncellista e direttore d'orchestra nominato ai Grammy, è nato a Mosca in una famiglia di musicisti. Ha iniziato a suonare il violoncello all’età di 5 anni ed è stato ammesso alla Scuola di Musica centrale per bambini dotati. All'età di 9 anni, ha debuttato in orchestra suonando il concerto per violoncello di Haydn. Da allora, la sua carriera lo ha portato sui palcoscenici più importanti del mondo, come Carnegie Hall, La Scala, Conservatorio di Mosca, Filarmonica di San Pietroburgo, National Hall di Taiwan, Teatro Champs Elysees, Opera City Hall di Tokyo per nominarne alcuni. Ha collaborato con molti artisti di fama mondiale come Monserrat Caballe, Roberto Alagna, Olga Borodina e molti altri.

Yablonsky ha iniziato a dirigere all'età di 26 anni e ha diretto più di 50 orchestre in tutto il mondo, inclusa la Royal Philharmonic Orchestra, con la quale ha registrato 4 album. Ha studiato violoncello con Isaak Buravsky, Lorne Monroe, David Sawyer, Aldo Parisot e Zara Nelsova. Ha anche seguito corsi di perfezionamento con Mstislav Rostropovich, Janos Starker, André Navarra, Maurice Gendron, Misha Schneider tra gli altri. I suoi insegnanti di direzione sono stati Otto Werner Muller, Yuri Simonov e Gennady Rozhdestvensky. Ha inoltre partecipato a molti festival in tutto il mondo, tra cui il Marlboro Festival. Ha registrato più di 90 CD come violoncellista e direttore d'orchestra, suscitando grande successo dalla critica. 

È direttore artistico del Festival musicale Gabala, del Festival musicale Puigcerda e del Wandering Music Stars Festival ed è direttore musicale della Kiev Virtuosi Symphony Orchestra.

Dall'autunno 2016, insegna violoncello e musica da camera alla Scuola di Musica Buchmann-Mehta dell'Università di Tel Aviv ed è stato recentemente nominato Capo delle relazioni internazionali dell’università stessa. Yablonsky suona due violoncelli: un Joseph Filius Andrea Guarneri e un Matteo Goffriller.

Andrey Baranov

Violino

Uno dei musicisti di maggior successo della sua generazione, il violinista Andrey Baranov gode di una carriera esclusiva come solista eccezionale e partner di ensemble, esibendosi sui palchi principali e festival in Europa, Nord e Sud America, Africa e Asia. 

È il vincitore del Concorso violinistico Queen Elisabeth Competition del 2012, dei Concorsi internazionali di violino “Benjamin Britten” e “Henri Marteau” e vincitore di oltre venti altri concorsi internazionali, tra cui Indianapolis, Seoul, Sendai, Liana Issakadze, David Oistrakh e Mosca Concorso Paganini. 

Dal suo debutto nel 2005 alla Filarmonica di San Pietroburgo con Vasily Petrenko e l'Orchestra Filarmonica di San Pietroburgo, Baranov ha continuato a esibirsi con la l'Orchestra Sinfonica di Vienna, l'Orchestra Sinfonica di Montreal, Luxembourg Philharmonic, Mahler Chamber Orchestra, Brussels Philharmonic, National Orchestra of Belgium, MusicAeterna Orchestra, Mariinsky Theatre Orchestra, Sendai Philharmonic, Royal Philharmonic London, Camerata Salzburg; sotto la direzione dei direttori Teodor Currentzis, Vladimir Fedoseev, Michel Tabachnik, Walter Weller, Emmanuel Krivine , Yuri Temirkanov, Kent Nagano, Thomas Sanderling e Alexander Vedernikov, tra gli altri. 

Andrey è primo violinista e membro fondatore del David Oistrakh String Quartet, un ensemble fondato nel 2012, diventato rapidamente uno dei principali quartetti d'archi attualmente in esecuzione. I suoi altri partner di musica da camera includono, tra gli altri, Martha Argerich, Julian Rachlin, Boris Andrianov, Pierre Amoyal, Eliso Virsaladze, Liana Isakadze, Alexander Buzlov e Daniel Austrich. 

Il suo album "The Golden Violin", pubblicato dall'etichetta MUSO e con brani romantici per violino, ha vinto il prestigioso premio "Diapason d'Or" nel 2018. 

Nato a San Pietroburgo nel 1986 in una famiglia di musicisti, Andrey ha iniziato a suonare il violino all'età di cinque anni. Ha studiato al Conservatorio Rimsky-Korsakov di San Pietroburgo e al Consevatoire de Lausanne. I suoi insegnanti erano Lev Ivaschenko, Vladimir Ovcharek e Pierre Amoyal. 

FVG Orchestra

La FVG Orchestra è una compagine sinfonica nata recentemente per volere della Regione Friuli Venezia Giulia, al fine di raccogliere l'eredità musicale di diverse realtà di una zona di confine ricca di tradizioni musicali. Andando in controtendenza rispetto allo standard nazionale, si è voluto quindi investire sulla musica con la costituzione di una nuova orchestra, che spicca per talento e generosità artistica.

Seppur di recente formazione, l'orchestra ha tenuto concerti a Budapest nella bellissima sala che è stata sede del Parlamento ungherese, presso il Teatro Rossetti di Trieste, il Teatro Nuovo Giovanni da Udine, il Teatro Verdi di Pordenone, il Teatro e Verdi di in tutta la Regione FVG.

Il ruolo di direttore ospite principale è affidato al M ° Paolo Paroni, già direttore ospite principale presso l'Orchestra del New York City Ballet e ospite di moltissime istituzioni sinfoniche in Italia e all'estero. L'orchestra lavora altresì con diversi direttori di chiara fama, mirando ad una crescita qualitativa esponenziale.

In questo progetto di progressivo sviluppo, la FVG Orchestra ospita regolarmente alcuni primi violini provenienti dalle più prestigiose realtà nazionali ed internazionali come la Filarmonica di Budapest, la Scala di Milano, la Rai di Torino, la Rai di Torino, e di altre compagini orchestrali.
La FVG Orchestra è uno degli enti promotori della rinascita dello storico festival dell'operetta a Trieste, sede ultracentenaria di questo particolare genere, ancora molto apprezzato da un folto pubblico in particolare della città giuliana, ma che l'orchestra vuole confusion regionali.

Negli ultimi mesi del 2020, caratterizzati dalla chiusura dei teatri a causa dell'emergenza pandemica da COVID-19, la FVG Orchestra è stata uno dei primi enti a livello nazionale a programmare e realizzare una breve stagione di concurtiment trasmess di una rosa di solisti e direttori d'eccellenza e coinvolgendo tutti i principali teatri della Regione FVG.
I professori della FVG Orchestra hanno singolarmente vinto primi premi a concorsi e premi internazionali e hanno collaborato anche con orchestre quali la Mahler Chamber Orchestra, l'Orchestra Mozart, l'Orchestra del Teatro alla Scala e Filarmonica della Scala, l''Orchestra Fiorentino, l'Orchestra del Gran Teatro la Fenice, l'Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI di Torino, la Haydn di Trento e Bolzano, l'Orchestra dell'Arena di Verona, l'Orchestra del Teatro Lirico di Cagliari e l'Orchestra del Teatro Verdi di Trieste.

← 21 luglio |

Teatro Comunale Luigi Candoni