25
luglio
20:30

Orchestra:

FVG Orchestra

Direttore:

Stephan
Zilias
(Germania)

Solista:

Freddy
Kempf
piano (Regno Unito)

Programma:

Alexey Shor

"From My Bookshelf"

Piano Concerto

Ludwig van Beethoven

Symphony No.3 “Eroica”


Stephan Zilias

Stephan Zilias è il Direttore Musicale generale dell’Opera di Stato di Hannover. Il 2020/21 segna la sua stagione inaugurale ricoprendo questa posizione, durante la quale dirigerà le produzioni di Carmen e Otello, così come concerti in abbonamento e speciali.
 
Avendo trascorso due stagioni come Kapellmeister e assistente di Donald Runnicles alla Deutsche Oper Berlin, Stephan è ora un amico stretto di questa Opera House e appare regolarmente come direttore ospite; questa stagione include un galà d'opera e Rienzi. Altre apparizioni recenti includono Il Barbiere di Siviglia all'Oper Leipzig e Die Zauberflöte al Bregenz Festival. Inoltre, Zilias doveva anche partecipare al Festival di Savonlinna con la Carmen e alla Royal Swedish Opera per il Rigoletto precedentemente al rinvio causato dalla pandemia del Covid-19.
 
Altrettanto a suo agio sul podio sinfonico, Stephan Zilias è un ospite regolare della Beethoven Orchestra Bonn, con la quale ha diretto un certo numero di spettacoli sinfonici e ricopre anche un ruolo attivo nei loro programmi educativi e di sostegno. Altri impegni sinfonici includono concerti con gli Hofer Symphoniker, l'Orchestre Symphonique de Mulhouse e, più recentemente, performance di Dutilleux, Bartok e Schumann al fiano dell’Orchestra di Stato di Hannover.

Freddy Kempf

Piano

Freddy Kempf è uno tra i pianisti odierni di maggior successo e suona in tutto il mondo davanti a platee entusiaste e affollate. Dotato di un repertorio straordinariamente vasto, Kempf si è costruito una solida reputazione come esecutore esplosivo con notevole prestanza fisica e come artista serio, sensibile e profondamente musicale.

Freddy Kempf ha collaborato con direttori come Järvi, Dutoit, Sawallisch, Sanderling, Chailly, Ashkenazy, Petrenko, Oramo, Davis, Belohlavek, Temirkanov, Altinoglu e Dausgaard, e ha lavorato con alcune delle istituzioni musicali più prestigiose del mondo tra cui Royal Philharmonic Orchestra, London Philharmonia, City of Birmingham Orchestra, Gothenburg Symphony Orchestra, Filarmonica di Bergen, Filarmonica della Scala, San Francisco Symphony, Philadelphia Orchestra, NHK Symphony, Filarmonica di San Pietroburgo, Orchestra sinfonica statale di Mosca, Orquesta Filarmonica de Buenos Aires, Tonhalle Orchester e Filarmonica di Dresda.

I momenti salienti della sua carriera più recente includono il debutto ai BBC Proms, un ampio tour asiatico che include il Seoul Arts Center e il PyeongChang Chamber Music Festival in Corea del Sud; l'Esplanade Concert Hall di Singapore; e concerti con la City of Birmingham Symphony Orchestra, Taiwan National Symphony, RTV Slovenia Symphony Orchestra e Filarmonica di Bergen. I recenti tour di Kempf, artista itinerante tra i più amati, includono una tournée di teatro/direzione in Nuova Zelanda con la New Zealand Symphony Orchestra e un ampio tour di dodici date con l’Orchestra Filarmonica di Mosca in tutto il Regno Unito per il quale ha ricevuto i complimenti della critica: “Kempf è un pianista veramente unico... l'incredibile definizione di filigrana interna di Rachmaninov che emerge tanto più chiaramente per il rifiuto di usare il pedale di sostegno per sfumare il suono... il suo peso colossale ma perfetto semplicemente è qualcosa di unico”. (The Arts Desk)

La stagione 19/20 inizia con un ritorno in Giappone dove Kempf tiene importanti recital a Kanagawa, Tokyo e Osaka e suona il Concerto per pianoforte n. 2 di Rachmaninov con la Nagoya Philharmonic Orchestra. Più avanti nella stagione, si unisce alla Filarmonica Nazionale Armena eseguendo il Concerto per pianoforte di Gershwin in ‘fa’ e va in tournée nel Regno Unito con la Siberian Symphony Orchestra eseguendo il Concerto per pianoforte di Rachmaninov n. 2 e 3.

Inoltre, autore impegnato di recital, è apparso in molte delle più importanti sale da concerto del mondo, tra cui la Great Hall del Conservatorio di Mosca, la Konzerthaus di Berlino, la Sala Verdi di Milano, il Concertgebouw, il Cadogan e il Barbican di Londra, la Bridgewater Hall di Manchester, la Sydney Opera House e Suntory Hall di Tokyo. I punti salienti delle esibizioni di questa stagione includono le apparizioni alla Birmingham International Piano Series, alla Casa della musica di Mosca e alla Great Hall del Conservatorio di Mosca.

Artista prolifico di registrazioni, registra esclusivamente per BIS Records; il suo ultimo CD Prokofiev, con una selezione di sonate di Prokofiev, è stato pubblicato all'inizio di Ottobre 2019. In precedenza, il suo CD recital di Tchaikovsky, pubblicato nell'autunno 2015, è stato accolto dal pubblico e dalla critica con grande successo. Nel 2013, Kempf ha pubblicato un recital di Schumann che è stato apprezzato calorosamente dalla critica e, nel 2010, la sua registrazione dei Concerti per pianoforte n. 2 e 3  di Prokofiev, con la Bergen Philharmonic Orchestra e Andrew Litton, è stata nominata per il prestigioso Gramophone Concerto Award, con la rivista associata che ha descritto la collaborazione del duo come "una magistrale coppia prokofieviana". Questa collaborazione altamente riuscita è proseguita con una registrazione di opere per pianoforte e orchestra di Gershwin nel 2012, descritta dalla stampa come: “bella, elegante, leggera e raffinata… magnifica”. Nel frattempo, il suo disco solista di Rachmaninov, Bach/Busoni, Ravel e Stravinskij, pubblicato nel 2011, è stato elogiato dalla BBC Music Magazine per il meraviglioso modo di suonare delicato e per il raffinato senso dello stile.

Nato a Londra nel 1977, Freddy Kempf fece il suo debutto in concerto con la Royal Philharmonic Orchestra all'età di 8 anni e raggiunse la ribalta nazionale nel 1992 quando vinse il concorso BBC Giovane musicista dell’anno. Nel 1988, il fatto che gli fosse stato assegnato il terzo invece del primo premio nel concorso internazionale di piano Tchaikovsky a Mosca suscitò le proteste del pubblico ed ebbe ampio spazio sulla stampa russa, che lo proclamò “eroe del concorso”.

FVG Orchestra

La FVG Orchestra è una compagine sinfonica nata recentemente per volere della Regione Friuli Venezia Giulia, al fine di raccogliere l'eredità musicale di diverse realtà di una zona di confine ricca di tradizioni musicali. Andando in controtendenza rispetto allo standard nazionale, si è voluto quindi investire sulla musica con la costituzione di una nuova orchestra, che spicca per talento e generosità artistica.

Seppur di recente formazione, l'orchestra ha tenuto concerti a Budapest nella bellissima sala che è stata sede del Parlamento ungherese, presso il Teatro Rossetti di Trieste, il Teatro Nuovo Giovanni da Udine, il Teatro Verdi di Pordenone, il Teatro e Verdi di in tutta la Regione FVG.

Il ruolo di direttore ospite principale è affidato al M ° Paolo Paroni, già direttore ospite principale presso l'Orchestra del New York City Ballet e ospite di moltissime istituzioni sinfoniche in Italia e all'estero. L'orchestra lavora altresì con diversi direttori di chiara fama, mirando ad una crescita qualitativa esponenziale.

In questo progetto di progressivo sviluppo, la FVG Orchestra ospita regolarmente alcuni primi violini provenienti dalle più prestigiose realtà nazionali ed internazionali come la Filarmonica di Budapest, la Scala di Milano, la Rai di Torino, la Rai di Torino, e di altre compagini orchestrali.
La FVG Orchestra è uno degli enti promotori della rinascita dello storico festival dell'operetta a Trieste, sede ultracentenaria di questo particolare genere, ancora molto apprezzato da un folto pubblico in particolare della città giuliana, ma che l'orchestra vuole confusion regionali.

Negli ultimi mesi del 2020, caratterizzati dalla chiusura dei teatri a causa dell'emergenza pandemica da COVID-19, la FVG Orchestra è stata uno dei primi enti a livello nazionale a programmare e realizzare una breve stagione di concurtiment trasmess di una rosa di solisti e direttori d'eccellenza e coinvolgendo tutti i principali teatri della Regione FVG.
I professori della FVG Orchestra hanno singolarmente vinto primi premi a concorsi e premi internazionali e hanno collaborato anche con orchestre quali la Mahler Chamber Orchestra, l'Orchestra Mozart, l'Orchestra del Teatro alla Scala e Filarmonica della Scala, l''Orchestra Fiorentino, l'Orchestra del Gran Teatro la Fenice, l'Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI di Torino, la Haydn di Trento e Bolzano, l'Orchestra dell'Arena di Verona, l'Orchestra del Teatro Lirico di Cagliari e l'Orchestra del Teatro Verdi di Trieste.

← 18 luglio | 23 luglio

Teatro Comunale Luigi Candoni