23
luglio
20:30

Orchestra:

FVG Orchestra

Direttore:

Paolo
Paroni
(Italia)

Solista:

Maxim
Rubtsov
flauto (Russia)

Programma:

Felix Mendelssohn

Overture to the

Legend of the Fair Melusine

Alexey Shor

Flute Concerto in b-moll

for Symphony Orchestra

Ludwig van Beethoven

Symphony No.2


Paolo Paroni

Direttore Ospite Principale del New York City Ballet dal 2014, Paolo Paroni ha lavorato presso orchestre e teatri lirici di rilevanza internazionale quali l’Orchestra Filarmonica Slovena di Lubiana, l’Orchestra Filarmonica di Zagabria, l’Orchestra Sinfonica della Radio Nazionale Bulgara di Sofa, le orchestra del Teatro Lirico di Cagliari, Teatro Massimo Bellini di Catania, Teatro Verdi di Trieste, l’orchestra barocca Capella Savaria, la Pannon Philharmonic, l’Orchestra e Coro della Radiotelevisione Croata di Zagabria, la Sofa Festival Orchestra, la Big Band e Coro della Radio Nazionale Bulgara. Si è esibito in sale da concerto quali David H. Koch Theater al Lincoln Center di New York, Béla Bartók National Concert Hall al Müpa di Budapest, Tonhalle di Düsseldorf, Stadt-Casino Concert Hall di Basilea,
Kodály Centre Concert Hall di Pécs, Teatro Massimo Bellini di Catania, Bulgaria Concert Hall di Sofa, Teatro Lirico di Cagliari, Lisinski Concert Hall di Zagabria, Radiokuturhaus di Vienna, Teatro Olimpico di Vicenza, Teatro Filarmonico di Verona.


Paolo Paroni è appassionato cultore di prassi esecutive storiche e, nel contempo, convinto sostenitore e promotore di nuova musica. Il suo repertorio spazia dalla musica barocca alle più moderne opere
contemporanee ed ha al suo attivo oltre 70 prime assolute tra esecuzioni e registrazioni. Stimato per la sua programmazione originale e l’abbattimento delle barriere tra diversi generi, ha collaborato con artisti internazionali di ogni estrazione stilistica e culturale. Descritto dagli Swingle Singers quale
“direttore incredibilmente preciso e chiaro” (Berio, Sinfonia per otto voci e orchestra) e dall’Altenberg Trio Wien c ome “eccellente musicista, nel contempo deciso e delicato, determinato e premuroso, risoluto e sensibile” (Beethoven, Concerto Triplo), altre collaborazioni di Paroni annoverano
solisti del calibro di Stefan Milenkovich, Teresa Berganza, Mario Brunello, jazzisti quali Kenny Wheeler ed Enrico Rava, alcune delle più grandi ètoiles del Bolshoi di Mosca, Mariinskij di San Pietroburgo, Royal Ballet, Hamburg Ballet, New York City Ballet, diversi esponenti della World Music,
strumentisti rock e musicisti mediorientali.


Paolo Paroni è nato in Italia, dove ha studiato Composizione Principale e Organo, conseguendone il diploma a pieni voti. Ha poi completato gli studi di direzione all’Università per la musica e le arti interpretative di Vienna, dove si è diplomato cum laude. Tra i suoi maestri sono da annoverare
Gilberto Serembe e Uroš Lajovic.

Maxim Rubtsov

Flauto

"Quando si esegue la musica dei grandi maestri e si sente come viene fuori, si prova un brivido interiore, come se ci si elevasse sopra questa realtà e si toccasse qualcosa di metafisico"

∙ Artista onorato della Federazione Russa

∙ Flauto principale e maestro concertatore del gruppo di flauti dell'Orchestra Nazionale Russa diretta da Mikhail Pletnev

∙ Leader e membro fondatore del Quintetto di fiati dell'Orchestra Nazionale Russa

∙ Destinatario dei più prestigiosi premi nazionali e internazionali

∙ Pedagogo

∙ Produttore e co-produttore

∙ Artista Yamaha dal 2018

"Maxim Rubtsov è il perfetto Pifferaio magico. Ha sia il fascino che la passione che un grande interprete deve avere. Con il suo aspetto da star del cinema e il suo carisma, e la sua magnifica interpretazione e recitazione della parte, il leggendario pifferaio diventa vivo e visibile a tutti". (Compositore John Corigliano)

"Maxim è quel tipo di persona che può camminare su ogni palcoscenico del mondo per creare subito un'atmosfera speciale di estrema armonia. È così che funzionano la sua musica e il suo personaggio". (Vladimir Jurowsky)

"Maxim è una persona molto artistica, e ha un' attitudine speciale in ogni nota che suona. Lui sa come fare "groove", raccontare storie con il suo strumento, e la gente lo ascolta con il fiato sospeso". (Teodor  Currentzis)

"Maxim Rubtsov è un interprete incredibile che domina l'attenzione del pubblico dal momento in cui sale sul palco" (rivista Flute Talk)

Maxim Rubtsov

Maxim Rubtsov, virtuoso flautista di fama internazionale, è uno dei migliori ambasciatori musicali della Russia. Viene definito "miracoloso", "superbo", "assolutamente impeccabile" e "uno dei migliori flautisti dell'età moderna".

Il suo talento eccezionale, un modo di suonare magistrale e il carisma personale gli permettono di catturare il cuore del pubblico.

Essendo il flauto principale e il maestro concertatore del gruppo di flauti dell'Orchestra Nazionale Russa diretta da Mikhail Pletnev, è anche il leader e il membro fondatore del Quintetto di fiati della RNO, che ha avuto il massimo dei riconoscimenti nel quinto concorso annuale di musica da camera di Osaka.

Il repertorio di Maxim è vasto e unico - oltre alla musica classica, esegue anche pezzi rari e arrangiamenti, musica classica contemporanea, composizioni jazz e improvvisazioni. Inoltre, Maxim è il primo interprete di un certo numero di pezzi scritti da compositori contemporanei. Insieme all'Orchestra Nazionale Russa ha esplorato il jazz e altre composizioni di genere, tra cui le opere di Chris Brubeck per quintetto di fiati e quartetto jazz, così come gli adattamenti di Pierino e il lupo e Wolf Tracks per bambini. Rubtsov ha condiviso i palchi d'Europa in performance cameristiche con i pianisti Mikhail Pletnev e Francesco Schlimé.

Maxim si è esibito come solista con, tra gli altri, New World Symphony, Rishon LeZion Symphony Orchestra, San Francisco Symphony Orchestra (flautista residente), Music Aetema (flauto e ottavino), Brubeck Brothers Quartet, Orchestra statale di Mosca, Jazz at Lincoln Center Orchestra con Wynton Marsalis, Orchestra Filarmonica di Mosca, Orchestra Sinfonica Siberiana, Virtuosi di Mosca.

I suoi recital da solista e i suoi concerti con le orchestre più famose hanno avuto luogo in molte delle più grandi sale da concerto del mondo in Russia, USA, Germania, Italia, Svizzera, Cina e altri paesi.

Nel 2018 Maxim ha fatto il suo debutto da solista alla storica Carnegie Hall di New York.

Maxim ha partecipato a molti festival internazionali, come il Napa Valley Festival del Sol (Napa Valley, California), Boca Raton Festival (Boca Raton, Florida), Edinburgh International Festival, Festival Chopin (Polonia), Gstaad Menuhin Festival (Svizzera), Festival di Lucerna (Svizzera), Crescendo (Russia), Festival Transsiberiano (Russia), Stelle sul Baikal, ecc.

 Partecipare a progetti, combinare diverse arti sono nella sfera dei suoi interessi. Le sue recenti collaborazioni con maestri di danza contemporanea hanno incluso spettacoli in Russia con Denis Boroditsky e Germaul Barnes.

Maxim acquisisce anche un'alta reputazione come pedagogo ed è regolarmente invitato a fare master class in tutto il mondo: Associazione flautistica austriaca, Florida School of Music, Flute Centre of New York, Michigan School of Music, British International School Phuket, centri Bashmet (Russia), Accademia di musica reale danese (online), New World Symphony Orchestra's Academy Miami, Scuola flautistica di Vienna, ecc.

Maxim è ideatore e produttore del progetto educativo per bambini "Imparare a conoscere gli strumenti dell'orchestra sinfonica" - "E poi, tutti si presentarono". Compositore - Andrey Rubtsov, esecuzione - musicisti dell'Orchestra Nazionale Russa. CD pubblicato.

Rubtsov suona un unico flauto d'oro fatto a mano, fatto appositamente per lui da Brannen Brothers Flutemakers Inc. e che diventa la sua mascotte.

FVG Orchestra

La FVG Orchestra è una compagine sinfonica nata recentemente per volere della Regione Friuli Venezia Giulia, al fine di raccogliere l'eredità musicale di diverse realtà di una zona di confine ricca di tradizioni musicali. Andando in controtendenza rispetto allo standard nazionale, si è voluto quindi investire sulla musica con la costituzione di una nuova orchestra, che spicca per talento e generosità artistica.

Seppur di recente formazione, l'orchestra ha tenuto concerti a Budapest nella bellissima sala che è stata sede del Parlamento ungherese, presso il Teatro Rossetti di Trieste, il Teatro Nuovo Giovanni da Udine, il Teatro Verdi di Pordenone, il Teatro e Verdi di in tutta la Regione FVG.

Il ruolo di direttore ospite principale è affidato al M ° Paolo Paroni, già direttore ospite principale presso l'Orchestra del New York City Ballet e ospite di moltissime istituzioni sinfoniche in Italia e all'estero. L'orchestra lavora altresì con diversi direttori di chiara fama, mirando ad una crescita qualitativa esponenziale.

In questo progetto di progressivo sviluppo, la FVG Orchestra ospita regolarmente alcuni primi violini provenienti dalle più prestigiose realtà nazionali ed internazionali come la Filarmonica di Budapest, la Scala di Milano, la Rai di Torino, la Rai di Torino, e di altre compagini orchestrali.
La FVG Orchestra è uno degli enti promotori della rinascita dello storico festival dell'operetta a Trieste, sede ultracentenaria di questo particolare genere, ancora molto apprezzato da un folto pubblico in particolare della città giuliana, ma che l'orchestra vuole confusion regionali.

Negli ultimi mesi del 2020, caratterizzati dalla chiusura dei teatri a causa dell'emergenza pandemica da COVID-19, la FVG Orchestra è stata uno dei primi enti a livello nazionale a programmare e realizzare una breve stagione di concurtiment trasmess di una rosa di solisti e direttori d'eccellenza e coinvolgendo tutti i principali teatri della Regione FVG.
I professori della FVG Orchestra hanno singolarmente vinto primi premi a concorsi e premi internazionali e hanno collaborato anche con orchestre quali la Mahler Chamber Orchestra, l'Orchestra Mozart, l'Orchestra del Teatro alla Scala e Filarmonica della Scala, l''Orchestra Fiorentino, l'Orchestra del Gran Teatro la Fenice, l'Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI di Torino, la Haydn di Trento e Bolzano, l'Orchestra dell'Arena di Verona, l'Orchestra del Teatro Lirico di Cagliari e l'Orchestra del Teatro Verdi di Trieste.

← 25 luglio | 20 luglio

Teatro Comunale Luigi Candoni